La scimmia nuda balla

Nell’articolo che abbiamo pubblicato ieri prima della finale, scritto da Mattia Frigerio, avevamo sottolineato la nostra preferenza per due artisti in particolare: Francesco Gabbani ed Ermal Meta. Possiamo dire con certezza che il risultato finale ha soddisfatto pienamente le nostre aspettative.

Francesco Gabbani si è aggiudicato la vittoria finale con la sua Occidentali’s Karma mentre Ermal Meta si è posizionato al terzo posto e soprattutto ha vinto il Premio della Critica Mia Martini con Vietato morire.

I due giovani artisti, dopo aver mostrato le loro potenzialità nella competizione dedicata alle Nuove Proposte nella scorsa edizione del Festival, hanno deliziato il pubblico con due brani completamente diversi tra loro ma ugualmente in grado di emozionare e coinvolgere gli spettatori.

La vittoria finale di Gabbani è stata sicuramente la sorpresa più piacevole del Festival poiché ottenuta con un brano come Occidentali’s karma che affronta un tema decisamente lontano da quelli normalmente associati ai brani sanremesi come il rapporto tra il mondo occidentale e la cultura orientale e il fascino che suscita quest’ultima.

Come spesso avviene di fronte ad un risultato così sorprendente, si sono palesate le critiche dei soliti bastian contrari di professione che hanno tacciato il brano di banalità e si sono scagliati contro il ballo della scimmia che ha accompagnato le esibizioni di Gabbani.

Questi “espertoni” ovviamente non si sono posti il problema di comprendere il testo del brano, fermandosi ahimè solo alla superficie.

Occidentali’s karma infatti contiene numerosi rifermenti culturali e scientifici che dimostrano il grande valore del brano di Gabbani. Tra questi va sicuramente ricordata la citazione della “scimmia nuda” tratta dall’omonima opera dell’antropologo Desmond Morris, che ha utilizzato questo termine per definire lo stesso essere umano.

Ermal Meta invece, dopo aver commosso il pubblico con l’interpretazione del brano Amara terra mia del grande Domenico Modugno durante la serata dedicata alle cover, ha ottenuto il premio della critica con Vietato morire, brano che affronta un tema purtroppo di stretta attualità come la violenza in ambito familiare sulle donne e sui bambini.

Come dichiarato dallo stesso cantante il messaggio della canzone è quello di non cedere alle prevaricazioni e alle violenze, ma avere il coraggio di dire basta a questo tipo di soprusi.

A colpire sono i numerosi cenni autobiografici presenti nel brano Vietato Morire che fanno rifermento all’infanzia difficile del cantante albanese. Il rapporto con il padre violento infatti era già stato al centro di Lettera a mio padre.

Francesco Gabbani e Ermal Meta hanno dimostrato che la musica leggera italiana, che spesso viene definita banale, è in grado di divertire e far riflettere affrontando temi di stretta attualità che non sempre vengono associati al mondo della musica.

Il futuro della musica italiana nelle mani di artisti come Gabbani e Meta si presenta sicuramente più che roseo.

Voglio dedicare la chiusura del mio articolo a colei che ha completato il podio della sessantasettesima edizione del festival di Sanremo con questi due artisti: Fiorella Mannoia. La sua Che sia benedetta è stata sicuramente una delle canzoni più apprezzate dell’intera manifestazione dimostrando ancora una volta il talento e l’eleganza di questa grandissima artista che, dopo la comunicazione del risultato, ha ricevuto una grande e meritata ovazione da parte del pubblico dell’Ariston, a dimostrazione che anche artisti da tanti anni sulla cresta dell’onda possono ancora regalare delle forti emozioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...